Psicoterapia cognitivo-comportamentale

Ansia, depressione, rabbia, colpa, vergogna sono emozioni che proviamo quotidianamente. Tuttavia quando sono troppo intense o durature possono creare disagio.

La psicoterapia cognitivo-comportamentale insegna ad individuare pensieri ricorrenti e schemi rigidi di pensiero che sottendono a forti e persistenti emozioni negative; aiuta a correggerli, arricchirli, integrarli con altri pensieri più funzionali, migliorando il benessere della persona.              

AMBITI DI INTERVENTO

-Depressione e disturbo bipolare
-Ansia, fobie, attacchi di panico e ipocondria
-Ossessioni e compulsioni
-Ansia o preoccupazione generalizzate
-Disturbi del comportamento alimentare (anoressia, bulimia)
-Stress, disturbi psicosomatici e cefalee
-Disfunzioni sessuali (eiaculazione precoce, anorgasmia, etc.)

-Disturbo post-traumatico da stress
-Disturbi della personalità
-Insonnia

-Enuresi
-Difficoltà a stabilire e mantenere relazioni sociali

-Discontrollo degli impulsi (aggressività, impulsività)

-Disturbi del comportamento
-Problemi di coppia
-Stress scolastico e lavorativo

-Bassa autostima

Pratica e concreta


Centrata sul "qui ed ora"


A breve termine


Orientata allo scopo


Attiva


Collaborativa


Scientificamente fondata